Condividi
Tweet
Titolo Autore Genere Anno Voto
Cerca per:

 

TRINITA'

Idea: 4/5 Trama: 2/5 Stile: 3/5

Titolo Originale: TRINITY
Autore: Nancy Kress
Anno: 1987
Genere: FS Metafisica / Speculativa
Edizione: Antologia Il Meglio della SF (vol.1)

 

Commento:
L'idea di base della novella è intrigante: la possibilità di scoprire, di individuare la divinità tramite mezzi scientifici, razionali. La trama scade però nel pruriginoso con l'abusato archetipo del sesso come mezzo di comunicazione col trascendente e accenni incestuosi in un vortice di relazioni interfamigliari che sembrano essere prese direttamente da un manuale di psicologia freudiana, il tutto complicato dai frutti della clonazione. Alla fine il contatto con Dio è realizzato ma la risposta è quanto meno inaspettata...

Trama (attenzione spoiler!):
Le protagoniste della novella sono due sorelle: Seena e Devrie, figlie di un eminente scienziato e prive della madre fin dalla giovane età. La sorella minore, Devrie, è entrata nell'Istituto per la Speranza Biologica, una strana sintesi tra un laboratorio e un monastero in cui si cerca di scoprire Dio tramite esperimenti scientifici, acuendo la percezione umana in maniera simile, seppur con strumenti molto più avanzati, a quanto fatto dai mistici medievali per esempio. Gli esperimenti che sembrano riscuotere maggiore successo sono prodotti dal contatto mentale tra fratelli gemelli. Per questo Devrie, debilitata dalle pratiche dell'Istituto e quindi impossibilitata ad uscire, prega e ottiene da Seena che ella ritrovi loro fratello, Keith, il clone di Devrie creato dal padre nei suoi esperimenti e dato in adozione.
Seena compie la missione e, nonostante essa desideri che Devrie abbandoni l'Istituto e i suoi folli esperimenti, racconta a Keith l'intera vicenda dopo egli abbandona la propria casa per recarsi da lei a New York. Qui, forse inconsciamente per sabotare l'esperimento di Devrie, Seena ha un rapporto sessuale incestuoso con il fratello che, all'Istituto non riuscirà, a causa di esso, a congiungersi carnalmente con Devrie nel corso degli esperimenti. Devrie si reca quindi dalla sorella accusandola del misfatto e minacciando il suo suicidio, con l'intenzione di andare avanti testardamente nell'esperimento nonostante le sue condizioni mediche al limite della sopravvivenza. Seena si ritrova così costretta a tentare di rimediare a quanto compiuto, torna all'Istituto e parla con Keith. Dopo una serie di bugie e inganni il tentativo può così compiersi e una misteriosa terza presenza si rivela, qualcosa di maestoso che non aveva mai avuto notizia dell'uomo...

Citazione:
Uno stupore aureo e maestoso. Avevamo finalmente attirato la Sua attenzione, alla fine avevamo bussato con abbastanza forza neurale da farci a malapena sentire... e la Presenza era sorpresa che potessimo esistere, o che esistessimo.