Condividi
Tweet
Titolo Autore Genere Anno Voto
Cerca per:

 

LA PORTA SULL'ESTATE

Idea: 2/5 Trama: 2/5 Stile: 3/5

Titolo Originale: THE DOOR INTO SUMMER
Autore: Robert Heinlein
Anno: 1957
Genere: Viaggi nel Tempo / Realtà Parallele
Edizione: Mondadori – Urania n.197

 

Commento:
Il romanzo è ambientato negli Stati Uniti degli anni '70, sopravvissuti ad una terza guerra mondiale cui si fa qualche accenno nel corso dell'opera. I dettagli non sono chiariti ma si viene a sapere, per esempio, che Washington è stata distrutta e la nuova capitale è Denver; quello che è certo è che ad ogni modo gli Stati Uniti sono usciti vincitori dal conflitto.
Il protagonista del libro, Daniel Boone Davis, è un personaggio tipico di Heinlein, un inventore, fiero individualista, che dedica la propria vita alla creazione di congegni, in particolare automi. Fonda con un socio un'azienda ma viene truffato da questi e dalla sua promessa sposa, interessata in realtà soltanto alla società. Per cancellare l'accaduto e ripartire da capo Davis sceglie il Lungo Sonno, una tecnologia che tramite l'animazione sospesa permette di risvegliarsi in un determinato momento del futuro.
Si ritrova così nell'anno 2000, ma una serie di eventi inspiegabili lo disturba. Tutto ritorna ad avere una spiegazione dopo che Davis riesce a viaggiare indietro nel tempo, tornando a trent'anni prima, grazie agli esperimenti condotti da un bizzarro professore...
L'opera è un simpatico romanzo, senza particolari pretese a livello di contenuti. L'intreccio è basato sui consueti paradossi temporali generati dal viaggio nel tempo ma le pagine migliori, e più divertenti, sono sicuramente quelle in cui viene ritratto lo speciale legame empatico tra Davis e il suo affezionato gatto Pete. In conclusione, una lettura agevole e rilassante, dove gli eventi si succedono uno dopo l'altro a gran ritmo nella miglior tradizione della fantascienza "vecchia maniera".

Trama (attenzione spoiler!):
Daniel Davis, brillante inventore, ha fondato con il socio Miles Gentry la società "La Domestica Perfetta". Davis ha però ceduto parte del suo pacchetto azionario alla sua segretaria e futura sposa, Belle Darkin, la quale ha però complottato con Gentry per estromettere Davis dalla società. Davis si ritrova così con in mano solo il suo pacchetto di titoli da azionista di minoranza e in compagnia dell'inseparabile gatto Pete. Decide dunque di entrare con l'amato animale in stato di animazione sospesa, il Lungo Sonno.
Il medico responsabile che lo visita ne rimanda però l'accettazione di 24 ore per lo stato di evidente ubriachezza in cui si trova Davis. Egli decide così di recarsi prima a casa di Gentry, dopo aver avuto premura di spedire il suo pacchetto azionario alla sua figlia adottiva, Ricky, a cui è teneramente affezionato nonostante la grande differenza di età (11 anni lei, 30 circa lui). Qui, Belle, che intanto ha sposato l'ex socio di Davis, lo droga e lo costringe a cambiare la società cui affidarsi per il Lungo Sonno, una compagnia legata alla Mannix, la stessa azienda che, con l'aiuto dei due complici, avrebbe rilevato "La Domestica Perfetta".
Davis si sveglia così 30 anni dopo, senza il suo gatto e senza alcun soldo, andati persi per il fallimento della Mannix. Per di più, sono diffusi dappertutto robot sviluppati da suoi prototipi e soprattutto col suo inconfondibile stile di progettazione; non solo: anche i brevetti sono registrati a nome di un misterioso D. Davis, suo omonimo. Dopo molti sforzi, Davis riesce a ritrovare il rifugio da cui si è svegliata dal Lungo Sonno Ricky ma arriva tardi per poi apprendere che, appena svegliatasi, la ragazza ha sposato... un altro suo omonimo!
Davis decide dunque di partire immediatamente per il Colorado dove, secondo quello che gli ha raccontato un suo amico, abita un professore che ha condotto con successo alcuni esperimenti sul viaggio nel tempo. Ritorna col suo aiuto a tren'anni prima, un mese circa prima della fatale notte a casa di Gentry e Belle. Davis disegna i progetti dei robot che aveva trovato nel futuro dopo il risveglio dal Lungo Sonno e li dà a una coppia di nuovi amici, i coniugi Sutton, col compito di fondare una nuova società. Mentre il suo "io" originale è in casa catturato da Belle, Davis ritrova l'amato gatto Pete, che aveva perso di vista quella sera. Si reca poi al campeggio dove sta soggiornando l'amata Ricky e le dà istruzioni precise per il futuro. Davis si immerge poi nuovamente nel Lungo Sonno; al risveglio sarà proprio lui a sposare Ricky, ora ventunenne.