Condividi
Tweet
Titolo Autore Genere Anno Voto
Cerca per:

 

NON SARA' PER AGOSTO

Idea: 2/5 Trama: 3/5 Stile: 2/5

Titolo Originale: NOT THIS AUGUST
Autore: C.M. Kornbluth
Anno: 1955
Genere: Ucronia
Edizione: Mondadori – Urania Classici n.154

 

 

Commento:
Il romanzo è ambientato negli anni '60 del secolo passato. Gli Stati Uniti sono sconfitti al termine di una sanguinosa guerra dall'alleanza progressista costruita da sovietici e cinesi (stranamente il termine "comunista" non viene mai usato nel romanzo). Il territorio americano viene diviso tra le due potenze vittoriose, un po' come accade in un altro romanzo ucronico La Svastica sul Sole di Dick.
Il protagonista del romanzo è Bill Justin, un reduce della Korea, trasferitosi in campagna in una piccola fattoria dopo la mobilitazione generale che obbligava ogni uomo a servire nell'esercito o nell'agricoltura. La sua routine quotidiana non viene intaccata dall'invasione nemica; l'esercito sovietico, infatti, si dimostra umano e tollerante finchè non arrivano i reparti speciali del ministero dell'interno.
Bill ha intenzione di continuare la sua vita tranquilla, cercando di andare avanti giorno dopo giorno, come quasi tutti i suoi concittadini. Egli viene però coinvolto, inizialmente quasi contro la sua volontà, in un'organizzazione resistenziale, apprendendo la chiave per quella che sembra essere una impossibile vittoria.
L'opera è una classica ucronia ma poco spazio è invero dedicato agli aspetti di vera e propria storia alternativa. Gli antefatti della guerra così come il suo sviluppo sono lasciati nel mistero; altrettanto misterioso, soprattutto considerando la data di pubblicazione dell'opera, è la quasi totale mancanza di elementi di caratterizzazione politica. Trama e intreccio narrativo non regalano particolari spunti, l'opera dà l'idea di viaggiare su binari consolidati, forse un po' banali, correndo il rischio quindi di lasciare il lettore che ama ucronie a sfondo sociologico/politico parzialmente insoddisfatto. Opera consigliata particolarmente quindi agli amanti dell'autore, più che del genere in sè.