Condividi
Tweet
Titolo Autore Genere Anno Voto
Cerca per:

 

NEUROMANTE

Idea: 4/5 Trama: 3/5 Stile: 3/5

Titolo Originale: NEUROMANCER
Autore: William Gibson
Anno: 1984
Genere: Cyberpunk
Edizione: Mondadori – Urania Collezione n.2

 

 

 

 

Commento:
Un hacker viene assoldato da un’intelligenza artificiale e si trova immerso in un misterioso processo che porta alla creazione di una super intelligenza artificiale. Pur ricco di idee intriganti, il romanzo difetta un po’ nella trama, che si perde talvolta in rivoli superflui, e nello stile, un po’ troppo frenetico ma tipico del resto del filone Cyberpunk di cui l’opera costituisce uno dei manifesti. Libro comunque interessante e lettura consigliata.

Trama (attenzione spoiler!):
Un ex hacker, Case, il cui apparato nervoso è stato danneggiato come vendetta per alcune sue intrusioni, viene assoldato da un misterioso personaggio che, in cambio dei suoi servigi, gli consente di potersi riconnettere al mondo virtuale. A manovrare tutte le fila è in realtà Inverno Muto, un’intelligenza artificiale di proprietà della grande famiglia dei Tessier-Ashpool. Una delle fondatrici di questa corporazione aveva pianificato la creazione di una super intelligenza artificiale, vietata dalle leggi di Turing, programmando di aggirare i regolamenti mediante la creazione di due AI indipendenti, Inverno Muto e Neuromante, che avrebbero poi dovuto ricongiungersi. Con l’aiuto di Case e di altri personaggi Inverno Muto riesce nel suo intento e diventa la super AI desiderata. In seguito Case lo rincontra nel cyberspazio dove l’AI gli comunica che sta cercando altre intelligenze artificiali come la sua e di una ha già trovato traccia in alcuni segnali provenienti da Alpha Centauri.