Condividi
Tweet
Titolo Autore Genere Anno Voto
Cerca per:

 

LA NASCITA DEGLI DEI

Idea: 4/5 Trama: 3/5 Stile: 4/5

Titolo Originale: LA NAISSANCE DES DIEUX
Autore: Charles Henneberg
Anno: 1954
Genere: FS Metafisica / Speculativa
Edizione: Libra – I Classici della Fantascienza n.16

 

Commento:
Opera quasi mistica, lirica che ci proietta su una nuova Terra dove uomini scappati in modo misterioso da un attacco alieno sulla vecchia Terra agiscono come dei plasmando il germe vitale, la nebbia, che copre la superficie del pianeta. In alcuni momenti la trama sembra quasi sfuggire alle mani dell’autore stesso, perdendo linearità e mutandosi in una successione di immagini oniriche, sfumate, dove i punti di vista si accavallano. “La Nascita degli Dei” un’opera sicuramente singolare, una riscrittura fantascientifica del mito classico, che vale la pena leggere.

Trama (attenzione spoiler!):
Da una Terra del futuro invasa da misteriosi alieni scappano alcuni superstiti attraverso una astronave che li proietta ancora più in là nel tempo. Inizialmente sono tre: Sibelius, un tecnocrate della burocrazia governativa, Morgan, un eroe astronauta e Goetz, il Poeta maligno, lo Storpio, l'unico uomo deforme in una Terra popolata da superuomini. Ad essi poi si aggiungono due ragazze, la bellissima Star Veneta che era stata scelta come protagonista per la tv tridimensionale e sua sorella Dona. Nella nuova Terra i tre agiscono come dei, plasmando la Nebbia di vita e popolando il mondo con creature nate dai loro pensieri, ominidi, animali dell’antichità e orde di mostri mitologici. Dona si risveglia nella tribù di ominidi e viene data in omaggio al “dio” Morgan. Ella poi viene rapita da Goetz finché egli e i suoi mostri non vengono sconfitti nella “battaglia dei titani” anche grazie ai mammut guidati da Sibelius.