Condividi
Tweet
Titolo Autore Genere Anno Voto
Cerca per:

 

IL MONDO DI GRIMM

Idea: 2/5 Trama: 3/5 Stile: 3/5

Titolo Originale: TATJA GRIMM'S WORLD
Autore: Vernor Vinge
Anno: 1987
Genere: FS Avventurosa
Edizione: Mondadori – Urania Collezione n.153

 

 

Commento:
Il romanzo è ambientato nel mondo di Tu, un pianeta la cui superficie sembra essere pravelentemente occupata dalle acque, con un grande continente al cui interno vivono tribù primitive mentre le isole e le zone costiere ospitano civiltà con un livello tecnologico pre-industriale, apparentemente fermo in questo stato da lungo tempo a causa della scarsità di metalli.
L'opera è composta da tre episodi, accumunati dal medesimo personaggio principale, Tatja Grimm, una ragazza che sembra provenire dalle zone più primitive del continente ma che dimostra da subito un intelletto straordinario, riproponendo un tema classico della fantascienza: il personaggio del naufrago su un pianeta arretrato, dimenticato dal resto della civiltà umana sparsa per la galassia.
Il primo di questi tre episodi è sicuramente quello più interessante e propone l'idea di una collana di fantascienza, "Fantasie", stampata su una nave itinerante, la Tarulle, che percorre tutto il pianeta, facendo da collante, veicolo e propulsione dell'innovazione scientifica di tutto il mondo di Tu. Tatja entra a far parte di questa compagnia, ingaggiata per vestire i panni dell'eroina di molti episodi fantasy della collana, una specie di principessa guerriera irresistibile e invincibile. Il secondo e terzo episodio vedono l'ascesa di Tatja, che diviene infine la regina di uno dei grandi regni di Tu e si ritrova confrontarsi con altri uomini che, come lei, provengono in realtà dalla civiltà avanzata interstellare.
L'opera ha i chiari connotati dello science-fantasy, con l'accenno, la presenza, anche soltanto velata o implicita, di concetti, elementi fantascientifici o facenti riferimento ad una sfera di tecnologia avanzata all'interno di un contesto pre-industriale con una trama essenzialmente di natura avventurosa e luoghi e personaggi che sono più propri del genere fantasy.
Al di fuori del primo dei tre episodi, non c'è nessun elemento particolarmente originale o innovativo. L'intreccio è comunque ben costruito, con una sequela di scene di azione, colpi di scena e sorprese per il lettore; Il legame tra Tu, e Tatja, e la civiltà avanzata interstellare è però lasciato completamente nell'ombra e al lettore non è mai permesso di capire o per lo meno avere una vaga intuizione della genesi della civiltà di Tu e degli eventi narrati.
In conclusione, un'opera che consigliamo prevalentemente agli amanti dell'avventura planetaria a tinte fantastiche, per esempio ai fan di Vance.