Condividi
Tweet
Titolo Autore Genere Anno Voto
Cerca per:

 

MISTER BOY

Idea: 4/5 Trama: 3/5 Stile: 4/5

Titolo Originale: MR. BOY
Autore: James Patrick Kelly
Anno: 1990
Genere: Cyberpunk
Edizione: Antologia Millemondi Primavera 1996

 

Commento:
La novella è ambientata in un XXI secolo in cui l'ingegneria genetica ha fatto passi da gigante. Per chi se lo può permettere, sono disponibili terapie di ringiovanimento con effetti stupefacenti ed è anche possibile modificare i propri geni a piacimento per dare al proprio corpo l'aspetto desiderato, anche il più stravagante possibile.
Il protagonista, Mr. Boy, ha 25 anni ma da diverso tempo si sottopone a terapie che lo mantengono un eterno tredicenne, su spinta di sua mamma. Una madre che egli in realtà non ha mai conosciuto in quanto ella da molti anni ha il corpo di una Statua della Libertà in formato ridotto... diverse sue replicanti (la bambinaia, la cuoca ...) hanno accudito Mr. Boy e il corpo-casa di mamma in cui egli ha il proprio appartamento privato. I suoi migliori amici, con cui trascorre assieme praticamente ogni istante, sono Comrade, un robot modificato per avere una vera e propria personalità e Stennie, un ragazzino della sua età che ha però adottato un corpo da dinosauro.
Grazie alla conoscenza di una ragazza e della sua famiglia di realisti, un gruppo che disdegna gli ultimi ritrovati della bioingegneria, e alle conseguenze di una scappatella informatica del suo fidato Comrade, Mr. Boy maturerà finalmente il desiderio di crescere ma per farlo dovrà tagliare il perverso cordone ombelicale che lo tiene legato ancora al corpo della madre.
La novella ha un'ambientazione affascinante e una discreta trama, seppur a volte un poco stereotipata; lo stile narrativo è diretto, immediato, basato sui dialoghi e privo di lunghe descrizioni o introduzioni, in perfetta associazione con la giovane età dei protagonisti e l'immediatezza, per non dire superficialità, dei rapporti e delle relazioni della società futura ivi immaginata. In conclusione una buona lettura a cui manca davvero poco per entrare nell'eccellenza.

Trama (attenzione spoiler!):
Mr. Boy esce dall'ospedale dove ha subito nell'ennesima dolorosa terapia di ringiovanimento in compagnia di Comrade e Stennie. Il robot gli mostra l'ultima scoperta per la sua collezione pornografica di cadaveri che rende felice Mr. Boy. Tornato a casa, Mr. Boy legge e ignora due strani messaggi di uno sconosciuto che chiede di parlargli. Questi, di nome Montross, però si ripresenta ad una festa VR (ovvero in ambiente di realtà virtuale) e inizia a minacciarlo, confermando di aver scoperto il reato commesso dal suo robot per accaparrarsi la foto.
Nei giorni seguenti, accompagnando Stennie a scuola, Mr. Boy nota una sua compagna, Treemonisha Joplin, di cui piano piano si innamora. Si reca anche presso casa sua dove conosce la famiglia Joplin, realisti, che gestiscono un negozio di ortofrutta che coltivano personalmente. La sera stessa Mr. Boy e Treemonisha vanno ad una festa incentrata sulla distruzione di vari oggetti antichi. Qui si ripresenta Montross e Mr. Boy gli consegna la foto. Inoltre, inizialmente contro la sua volontà, il robot Comrade si arrende a Montross per subire una pulizia della propria memoria e cancellare l'intrusione effettuata.
Mr. Boy invita tutti i ragazzi della festa nella propria casa, il corpo di sua madre, la Statua della Libertà. Dopo che ella ha scacciato tutti, Mr. Boy e la madre hanno una lite furente in cui il ragazzo scarica tutta la frustazione accumulata, manifestando il desiderio di crescere e accusando la madre per avergli imposto le terapie di ringiovanimento. Quando ella accusa Treemonisha di avergli inculcato quelle idee in testa, Mr. Boy è accecato dalla rabbia per la violazione della promessa fattagli di non spiarlo mai. Il ragazzo sfonda così la porta della stanza principale, la testa della Statua, dove doveva trovare l'"originale" di sua madre; ma qui egli trova soltanto dei computer e capisce che ella è in realtà morta da tempo e la sua coscienza è stata uploadata in quei circuiti.
Mr. Boy abbandona così la casa e si incammina con Treemonisha, rinunciando anche a Comrade, al quale comanda di prendere il suo posto in casa e fingere di essere lui con sua madre.