Condividi
Tweet
Titolo Autore Genere Anno Voto
Cerca per:

 

INFOGUERRA

Idea: 3/5 Trama: 2/5 Stile: 4/5

Titolo Originale: AFTER THE SIEGE
Autore: Cory Doctorow
Anno: 2007
Genere: Innerspace SF
Edizione: DelosBooks – Odissea n.52

 

Commento:
Il romanzo breve è ambientato in una misteriosa e anonima città che, per diverse indizi o suggestioni (l’utilizzo del termine “Compagno” tra gli abitanti, i nomi…), ricorda l’Est Europa. Alcuni anni fa la città è stata teatro di una rivoluzione, anche se non vengono mai chiarite del tutto le ragioni del conflitto, i cui eroi vengono ancora osannati e che ha portato ricchezza e felicità, grazie alle stampanti. Le stampanti sono apparecchiature misteriose quanto miracolose in grado di generare dal nulla cibo, vestiti o, addirittura, cinema, case, ospedali.
La felicità però è di poca durata, i vecchi nemici, gli occidentali, coloro che detengono le royalties su tutto ciò che le stampanti replicano in serie, non si sono rassegnati e sono decisi a far pagare a caro prezzo alla Città la sua estemporanea età dell’oro. Sarà guerra, una guerra feroce come quelle passate ma in cui sarà la tecnologia a farla ancora più da padrone: una Infoguerra.
Le vicende sono narrate dal punto di vista di Valentine, una ragazzina che, all’inizio dei combattimenti, ha solo tredici anni. Valentine si troverà catapultata da una vita da favola, di foreste di dolci e cioccolatini, alla cruda realtà della guerra, il cui sviluppo è parallelo alla maturazione della protagonista. In una città distrutta dal conflitto, Valentine ritrova sprazzi della gioia passata negli incontri col Mago, un misterioso uomo ben nutrito e dalla casa confortevole perché ancora in possesso delle miracolose stampanti. Dietro le apparenze gentili, il Mago nasconde tetre motivazioni ma, grazie all’intuito di Valentine, sarà proprio grazie a lui che la Città, tramite l'utilizzo dell'enigmatica logica rinforzata, può sconfiggere il nemico e tornare a vivere.
La cornice, ambientazione e idee, è sicuramente fantascientifica ma la sostanza del romanzo, quello che resta impresso nel lettore, ha poco a che fare forse col genere. Si tratta, alla fine, di un ritratto crudo e macabro delle bruttezze della guerra, i cui toni sono addirittura resi più cupi dalle innovazioni tecnologiche immaginate dall'autore (i virus dello zombismo, gli spaccatrincee…). Un’infanzia negata dagli orrori della guerra e un personaggio sinistro, meschino come il Mago contribuiscono all’atmosfera triste da cui tutta l’opera è impermeata… il lieto fine, pure un po’ sdolcinato, sembra fuori luogo. In conclusione, una bella novella, con un'ambientazione interessante; un intreccio non molto convincente ma sicuramente valida dal punto di vista stilistico.

Trama (attenzione spoiler!):
Il primo bombardamento degli assedianti sulla Città inizia mentre Valentine è con le sue amiche al cinema. Valentine abita poco vicino per cui è obbligata ad uscire per tornare a casa mentre la sua migliore amica, Leeze, insieme a molti altri, viene ospitata nel rifugio nel sotterraneo del cinema stesso. Molti moriranno per mancanza d'aria ma Leeze sopravvive; Valentine durante il rientro a casa viene colta dall'onda d'urto dei bombardamenti che le danneggiano l'udito, per questo riceverà un apposito apparecchio acustico.
Pochi giorni dopo, sua madre, che chiama Mata, torna a combattere. Poco dopo anche il padre, Popa, dovrà fare lo stesso. Valentine rimane per alcuni giorni a casa a badare al fratellino, prima di essere chiamata anche lei a portare l'acqua per gli anziani del palazzo mentre il fratellino sarà ospitato al nido.
Popa muore. Quando Mata dà a Valentine la notizia, la ragazza, sconvolta dal dolore, scappa di casa e incontra casualmente un uomo gentile che la porta a casa sua. Qui Mata riceve cibo a volontà e nuovi vestiti: l'uomo è ancora in possesso delle stampanti. La saluta dicendo di dire a sua madre di aver incontrato un Mago. Dopo la morte di Popa, sarà Valentine a prendere il suo posto nello scavo delle trincee, per ricevere cibo a sufficienza per l'intera famiglia dato che la razione di Mata non basta.
Nove mesi dopo, Valentine viene morsa da uno zombie, una persona infettata da un terribile virus prodotto dagli assedianti. Valentine sa che ha pochi giorni di vita ancora prima di precipitare nella condizione di zombismo e si reca quindi nuovamente dal Mago per chiedere aiuto per la sua famiglia.Valentine torna a casa con molto cibo per lei, la madre e il fratellino. In cambio, pochi giorni dopo, il Mago le chiede di spargere per tutte le trincee decine e decine di occhi spia. Sotto gli effetti di una droga, Valentine finisce anche nelle trincee nemiche dove incontra un giovane soldato che bacia, pensando di morire tra poco e di non voler smettere di vivere senza neanche aver dato un bacio.
Valentine crede di star tradendo la città ma, quando pochi giorni dopo torna dal Mago, lui le dice di essere un documentarista e che gli occhi spia servono per far prendere coscienza agli occidentali dell'orribile guerra in corso... la sua aiutante invece lo accusa di fare solo spettacolo, spettacolo sulle sofferenze di quella gente. Il Mago è riuscito comunque a curare Valentine anche dallo zombismo.
Due anni dopo l'inizio dell'assedio, l'apparecchio acustico di Valentine smette di funzionare. Decide dunque di recarsi dal Mago, i cui assistenti riescono a restituire l'udito a Valentine tramite la misteriosa logica rinforzata, riprogrammando l'hardware dell'apparecchio che aveva smesso di funzionare a casa dell'Infoguerra.
Al ritorno a casa Valentine trova Mata morta. Decide dunque di denunciare il Mago come profittatore, sperando che la sua logica rinforzata possa far vincere la guerra alla città. Porta un vecchio comandante presso la casa del Mago ma tutte le sue apparecchiature sono nascoste, camuffate. Il vecchio comandante spiega a Valentine come la guerra sarebbe già finita senza quei pochi amici all'estero come il Mago.
Valentine però spiega al comandante di portare la logica rinforzata dentro di sè, nell'apparecchio acustico. Viene dunque portata nel segreto centro di ricerca della città, dove uno scienziato scarica il software. Il Mago e i suoi vengono arrestati e in pochi giorni tutti i macchinari della città, ospedali etc... riprendono a funzionare. L'assedio termina, la Città è nuovamente libera.
Dieci anni dopo, dopo una cerimonia in onore degli eroi dell'assedio, Valentine incontra nuovamente quel soldato che aveva baciato nelle trincee nemiche...