Condividi
Tweet
Titolo Autore Genere Anno Voto
Cerca per:

 

INFINITO

Idea: 4/5 Trama: 3/5 Stile: 4/5

Titolo Originale: WHY CALL THEM BACK FROM HEAVEN?
Autore: Clifford Simak
Anno: 1967
Genere: FS Sociologica
Edizione: La Tribuna – Galassia n.100

 

Commento:
In questo romanzo Simak descrive una società profondamente cambiata dalle tecniche di criogenia: quasi tutti decidono di sacrificare i risparmi di una vita, vissuta all’insegna della parsimonia, per potersi permettere il trattamento criogenico in attesa che la morte venga sconfitta definitivamente. Idea assolutamente originale, ottima descrizione della nuova società e dei nuovi costumi di vita venutisi a creare. Lettura consigliata.

Trama (attenzione spoiler!):
Dagli anni ’60 del secolo scorso opera il “Centro per l’Eternità”: al momento della morte è possibile far congelare il proprio corpo in modo che, nel futuro, quando saranno stati trovati i rimedi contro tutte le malattie e la morte medesima, ciascuno potrà risorgere ad una seconda vita eterna. Quello che all’inizio sembrava solo una folle idea, nel giro di un centinaio di anni è diventata l’organizzazione più potente e ricca di tutto il mondo, grazie ai capitali che i morti consegnano in gestione al Centro che controlla ora i governi, la stampa, la società intera. Lo sviluppo dell’uomo si è fermato, la ricerca scientifica è assorbita da un unico obiettivo, la realizzazione della promessa del Centro: dare all’uomo una seconda vita eterna. Ma per poterla poi vivere è necessario risparmiare in questa prima vita terrena. Pertanto il denaro, il risparmio sono diventati gli unici pensieri dell’uomo; tutti ormai vivono in minuscoli tuguri e conducono una vita monotona e grigia per evitare ogni tipo di spesa o di rischio e, una volta terminato il periodo di vita lavorativa, è bene morire in fretta anziché sperperare quel poco risparmiato per la futura resurrezione.
Il protagonista, Dan Frost, uno dei massimi dirigenti del Centro viene coinvolto in un losco giro di affari in cui è in ballo la vita, o meglio la futura vita, degli ibernati in attesa del risveglio. Una grande scienziata del Centro scompare per nascondere al mondo la terribile verità che ha scoperto: l’impossibilità del viaggio temporale, l’impossibilità, quindi, di raggiungere i vasti, immensi spazi liberi della Terra di milioni di anni fa, necessari per far vivere i miliardi di uomini e donne in attesa del risveglio.