Condividi
Tweet
Titolo Autore Genere Anno Voto
Cerca per:

 

DESOLATION ROAD

Idea: 3/5 Trama: 1/5 Stile: 2/5

Titolo Originale: DESOLATION ROAD
Autore: Ian McDonald
Anno: 1988
Genere: FS Umoristica / Satirica
Edizione: Zona42 – I Libri dell'Iguana

 

 

Commento:
Il romanzo è ambientato su Marte, in un anno imprecisato. Il processo di terraformazione, portato avanti dagli enormi macchinari della Rotech, é ancora in corso ma già diverse città, villaggi o semplici avamposti umani costellano la superficie del pianeta. Della Terra non si dice granché ma quel poco sembra suggerire una situazione drammatica, un pianeta ormai distrutto dalla sovrappopolazione e dall'utilizzo sconsiderato delle risorse naturali.
L'intera vicenda é incentrata attorno ad uno di questi avamposti umani, Desolation Road, e ai suoi abitanti. La sua storia é alquanto singolare. Tutto nasce dall'incontro nel deserto del Dr. Alimantando con uno strano essere umanoide verde, della cui reale esistenza egli dubiterà a lungo, che porta Alimantando a scoprire un modulo ecologico Rotech, quasi morto. Sfruttando le sue immense risorse, Alimantando crea ad una oasi di vita in mezzo al deserto, che vorrebbe battezzare "Destination Road", ma che la sbronza che si concede per una salvezza inaspettata tramuta in "Desolation Road".
Alimantando trascorre anni come eremita portando avanti complessi calcoli di fisica quantistica teorica; nel mentre, poco a poco, nuovi abitanti, ciascuno con una propria singolare vicenda, vengono a popolare questo angolo di mondo sperduto. C'è chi fugge da faide di famiglie criminali, mendicanti dal dono miracoloso in grado di guarire ogni macchinario, scienziati diretti ad altri luoghi ma costretti a scendere dalla madre che ha sbagliato stazione... Una costellazione di personaggi e di storie talune verosimili, altre al limite (anzi oltre il limite) del paradossole e dell'assurdo.
Passano le generazioni, i personaggi si moltiplicano e alcuni di essi abbandonano Desolation Road per vivere fantastiche (nel vero senso della parola) avventure in altre città di Marte. Ormai diventata una vera e propria cittadina, Desolation Road diviene allo stesso tempo sia uno dei luoghi di produzione di una sorta di gigantesca corporation, le cui norme regolano la vita dei dipendenti secondo i dettami del feudalesimo industriale, che luogo di culto di uno strano rito meccanicista dove fedeli accorrono in massa per adorare una Santa, in grado di imporre la sua volontà su ogni macchinario...
Ad ogni modo, tutto é iniziato a Desolation Road e tutto vi termina: la città é luogo del conflitto finale tra una sorta di gruppo terroristico indipendentista, il Gruppo Tattico dell'Esercito del Mondo Intero, e il governo ufficiale.
Il romanzo é costruito da diversi episodi che, da soli o in piccoli gruppi, sono sotanzialmente indipendenti uno dall'altro, seppur con personaggi e sfondo comune. I concetti e i richiami che vi si possono trovare sono infiniti: si spazia dalla meccanica quantistica e paradossi del viaggio del tempo a duelli marziani simili a western, dall'intelligenza artificiale ai cyborg.
Come già accennato, i personaggi e le vicende sono spesso al di là del paradossale: ogni pretesa di verosimiglianza é palesemente abbandonata; é come se l'autore sfidasse continuamente il lettore a seguirlo su binari che spesso sembrano diretti soltanto verso la follia...
Il tutto dà origine ad un'opera singolare, una collezione di personaggi e storie che rimarranno per sempre impressi nella mente del lettore, che deve però impegnarsi davvero per riuscire a orientarsi in questo maelstrom di paradossi senza perdere quel sottile, quasi invisibile, filo logico che collega i vari episodi.
In conclusione, opera particolare che ci sentiamo di consigliare soltanto a chi apprezza la fantascienza paradossole, visionaria; a chi, invece, cerca intrecci e trame dotati di logiche sequenziali, dettate, diremmo, da abituali relazioni causa-effetto, l'opera potrebbe risultare indigesta...