Condividi
Tweet
Titolo Autore Genere Anno Voto
Cerca per:

 

LE COMUNI DEL 2000

Idea: 3/5 Trama: 1/5 Stile: 2/5

Titolo Originale: COMMUNE 2000 A.D.
Autore: Mack Reynolds
Anno: 1974
Genere: FS Sociologica
Edizione: Mondadori – Urania n.899

 

Commento:
Il romanzo è ambientato in immaginari Stati Uniti a cavallo del 2000. Grazie alla super-automazione la gran parte dei lavori non è più necessaria e il 90% dei cittadini americani vive con i lauti sussidi statali, il Fondo Assistenza Universale, non ricoprendo alcuna mansione lavorativa. I computer determinando le persone necessarie a svolgere lavori ancora indispensabili; non è possibile rifiutare un'assegnazione pena la perdita della rendita mensile di sussidio.
L'autore precorre internet immaginando l'esistenza della Banca Nazionale Dati, un enorme database dove confluisconi dati, statistiche ma anche opere d'arte, libri, musica cui tutti possono accedere istantaneamente dalla propria abitazione. Gli uomini, liberati dal giogo del lavoro, possono dedicare la propria vita alle proprie passioni e così nella maggior parte dei casi si abbandonano all'edonismo, processo che matura parallelamente con la scomparsa di ogni morale o vincolo sessuale.
Un numero sempre più consistente di persone abbandona le città andando a vivere in comunità i cui membri hanno in comune un particolare interesse (lo sport, l'arte) attitudine (nudisti) o gusto sessuale (comunità di omosessuali etc...). Dietro queste forme di aggregazione apparentemente innocue si cela però una volontà politica ben più determinata, sorta per combattere alcuni lati oscuri di quella che sembra la società dell'utopia realizzata. Il protagonista è un giovane studioso di storia alla disperata ricerca di un argomento per la tesi che lo possa elevare al rango di accademico e che si ritroverà invischiato in giochi politici più grandi di lui.
Il romanzo è una classica opera di fantascienza sociologica e riprende alcuni temi costanti della produzione di Mack Reynolds. Lo scenario ritratto è interessante nonostante rimango diversi punti interrogativi lasciati irrisolti. Deludente è invece l'intreccio piatto, monotono che l'autore tenta di ravvivare soltanto con l'inserimento di numerose imprese sessuali del protagonista alle prese con procaci esponenti di differenti comuni che non vedono l'ora di provare a convertirlo...

Trama (attenzione spoiler!):
Il protagonista è Ted Swain, un giovane storico specializzato sulla cultura Azteca, di circa trent'anni. Egli riceve finalmente dal direttore Englebrecht l'argomento per la dissertazione che dovrebbe consentirgli di poter diventare accademico, studioso di professione. L'argomento inizialmente suscita le diffidenze di Ted; il suo superiore infatti gli propone di studiare le differenze tra le comuni passate e quelle attuali che sempre più numerose stanno sorgendo in tutti gli Stati Uniti. Le insistente di Englebrecht, l'interessamento mostrato per la ricerca da pezzi grossi della sicurezza nazionale e della Banca Nazionale Dati, che sottolineano la minaccia portata da elementi criminali e dissidenti che si nasconderebbero in tali comuni, e l'assoluta volontà di conquistare il titolo di accademico fanno sì però che Ted accetti l'incarico.
Ted inizia così a visitare diverse comuni, alcune su suggerimento di un suo amico che lavora presso una stazione televisiva, Mike Latimer. La prima comune a essere visitata è New Woodstock, popolata da soli artisti; Ted poi visita una comunità di atleti che si ispirano all'antica grecia e infine una di nudisti. Tentando successivamente di carpire informazione da Sperma, una comune i cui appartenenti sono tutti sotto i trent'anni e dediti soprattutto al consumo di droga, Ted viene drogato con LSD e torna a casa soltanto con l'aiuto di uno sconosciuto trovato per caso in autostrada. Coincidenza ancora più grande, anche lo sconosciuto è uno studioso e sta scrivendo una tesi sulle comuni ma, il giorno dopo, Ted apprende la sua morte.
L'ultima comune che Ted visita è composta da soli agricoltori e si ispira a rigidi dettami biblici. Durante la visita Ted ha però una illuminazione rimanendo colpito dal fatto che in tutte le sue visite gli interlocutori hanno nominato Owen, il socialista utopico di qualche secolo prima. Ted fa visita dunque allo studio televisivo di Latimer che gli confessa di fare parte di un'organizzazione segreta, la cui parola d'ordine è appunto legata a Owen, i cui membri sono diffusi in tutte le comuni. Il loro scopo è di rendere elettive non solo le ormai ininfluenti cariche politiche ma anche le cariche organizzative ed economiche che solo nominalmente vengono scelte da un sistema computerizzato e che in realtà invece sono oggetto di imbroglio da parte della classe dominante che vuole mantenere il proprio potere e la propria posizione.
In una successiva riunione con Englebrecht e gli altri pezzi grossi, Ted riceve conferma di tutto quanto sospettato da Latimer e viene prima lusingato e poi minacciato nel proseguire la sua opera di spionaggio delle comuni. Ted rifiuta però ogni accordo e fugge con Sue Benny, una ragazza conosciuta a New Woodstock, nella comune degli artisti, diretti verso il Sud America.

Citazione:
"Continuiamo a pensare che la nostra sia una società democratica, andiamo fieri della nostra libertà. Ma il ramo politico del nostro governo doppio non ha più nessun potere. Oh, continuano a fingere, si dicono al servizio della democrazia per farci stare buoni, ma è il governo economico a detenere il vero potere. Chi controlla l'industria, e dicendo industria intendo ovviamente l'educazione, l'assistenza medica, il divertimento e tutti i tipi di lavoro ancora indispensabili, controlla la nazione. E questo anche se siamo liberi di scegliere chi vogliamo cone nostro presidente, o nostro senatore o nostro rappresentante a qualsiasi livello governativo."