Condividi
Tweet
Titolo Autore Genere Anno Voto
Cerca per:

 

LE CITTA' NELLE NUVOLE

Idea: 3/5 Trama: 1/5 Stile: 3/5

Titolo Originale: THE SULTAN OF THE CLOUDS
Autore: Geoffrey A. Landis
Anno: 2010
Genere: FS Sociologica
Edizione: DelosBooks – Odissea n.54

 

Commento:
Il romanzo breve è ambientato in un futuro imprecisato, due forse tre secoli davanti a noi, in cui il Sistema Solare è in stato di colonizzazione avanzata. L'esplorazione spaziale si era rivelata troppo costosa però per i governi e l'iniziativa fu quindi lascia nelle mani dei privati. Gruppi religiosi perseguitati, dissidenti, ribelli, piccoli dittatori cercarono la fuga nello spazio, indebitandosi con quel piccolo gruppo di corporazioni, potentati industriali che finirono per ereditare sostanzialmente quasi tutto il Sistema Solare.
I protagonisti sono Leah Hamawaka, un'esperta di ecologia marziana, e il suo assistente David Tinkerman, che è anche follemente innamorato di lei. Leah viene invitata su Venere dal Satrapo e Sultano delle Nuvole di Venere, l'ultimo erede del grande Impero industriale Nordwald-Gruenbaum nelle cui mani sono la maggior parte delle città galleggianti che popolano l'atmosfera del pianeta. Arrivati su Venere, i due si ritroveranno immischiati in un complicato gioco di potere, all'interno di un contesto sociale particolare e bizzarro.
L'opera è sicuramente ben scritta e contiene spunti interessanti (le teorie sulla colonizzazione del sistema solare, le città galleggianti, il sistema matrimoniale a treccia). L'intreccio è però piatto, senza emozioni, con un finale che rivela troppo frettolosamente la soluzione del mistero che fa da sfondo alla vicenda. Il giudizio quindi non può essere particolarmente positivo.

Trama (attenzione spoiler!):
Arrivata alla stazione orbitale, la scienziata esperta di ecologia marziana, Leah Hamawaka trova un invito a recarsi su Hypatia, una delle città galleggianti di Venere, mandato da parte di Carlos Fernando Delacroix Ortega, l'erede del grande Impero industriale Nordwald-Gruenbaum, noto come Sultano delle Nuvole. La accompagna un suo collega, David Tinkerman, che ne è anche innamorato.
Arrivati a Hypatia, Carlos si presenta a Leah, rivelandosi un ragazzino di dodici anni, regalandole un libro, una magnifica copia di un saggio di Giordano Bruno. David viene rapidamente separato dalla scienziata e dal sultano, guardato a vista dalle truppe di "amazzoni" al servizio di Carlos. In seguito, durante la cena, il satrapo fa servire l'uovo previsto come portata a Leah in uno stupendo rivestimento di diamanti e gemme. David non capisce il significato della cosa finchè non apprende che uovo, libro e roccia sono i tradizionali doni con cui su Venere un uomo inizia il corteggiamento ad una donna.
Il giorno dopo, i tre si dedicano al kayak, una sorta di sport di volo nell'atmosfera di Venere. David viene rapito da un gruppo di misteriosi pirati, che si rivelano far parte di un movimento di opposizione interna al potere del sultano. In seguito, i pirati liberano David e lo riportano a Hypatia, dopo avergli fatto promettere di avvisarli nel caso avesse capito quale fosse il misterioso piano che Carlos, secondo loro, sta progettando contro le città galleggianti non ancora soggette al suo potere.
Parlando con i suoi ospiti, David conosce il sistema matrimoniale a treccia adottato su Venere: ogni uomo o donna si sposa una prima volta, da giovane, con una persona matura, che funge come sorta di tutore e insegnante, per poi, una volta raggiunta la maturità, sposarsi una seconda volta, con una persona più giovane in modo da ridare vita al ciclo. Il sultano ha programmato di sposarsi con Leah per poter liberarsi dalla tutela legale che la moglie più anziana, secondo la legge di Venere, eserciterebbe su di lui e sul suo immenso patrimonio.
David si reca da Leah, rivelandole tutte le sue scoperte. I due trovano poi Carlos, nella sua stanza da giochi. David ha finalmente capito il suo progetto: scindere l'anidride carbonica dell'atmosfera venusiana in ossigeno e carbonio, in modo da rendere l'aria respirabile e costruire una sorta di seconda superficie planetaria in fibra di diamante. In questo modo tutte le città galleggianti non potrebbero più navigare nell'atmosfera e tutti i ribelli dovrebbero piegarsi al suo potere per poter abitare sul guscio di diamante. Carlos conferma l'intuizione di David e chiede esplicitamente a Leah di sposarlo ma la donna rifiuta, fuggendo poi con David grazie all'aiuto dei pirati con cui egli è rimasto in contatto.