Condividi
Tweet
Titolo Autore Genere Anno Voto
Cerca per:

 

IL CIECO DEL NON SPAZIO

Idea: 2/5 Trama: 3/5 Stile: 3/5

Titolo Originale: NIGHT WALK
Autore: Bob Shaw
Anno: 1967
Genere: FS Avventurosa
Edizione: Mondadori – Urania Collezione n.94

 

Commento:
In un futuro non così distante, l'umanità è riuscita a colonizzare altri pianeti viaggiando nel Non-Spazio, una sorta di riproposizione dell'Iperspazio, una specie di universo parallelo, che si connette col nostro in alcuni determinati punti, i portali.
La sua geometria è però sconosciuta e così, varcando un portale, non si sa in quale zona dell'universo si vada a finire; l'unico mezzo per esplorare l'universo è mandare casualmente in avanscoperta milioni di sonde che, senza garanzia di successo e dopo migliaia di passaggi attraverso i portali, riescono a trovare un modo abitabile...
La scoperta di un pianeta accessibile alla colonizzazione è un evento raro e capace di creare forti tensioni interplanetarie. Il protagonista dell'opera è un agente segreto che si troverà calato nel bel mezzo degli eventi e nonostante le mille traversie, tra cui la cecità di cui cade vittima, riuscirà non solo a sopravvivere ma a dare una svolta al futuro dell'intera umanità.
Un buon romanzo d'avventura, privo di idee particolari o spunti creativi rilevanti, ma che appassiona il lettore grazie ad una buona trama e uno stile piacevole.

Trama (attenzione spoiler!):
Sam Tallon è un agente del Blocco, il servizio segreto terrestre. In missione su Emme Lutero, una ex colonia terrestre ora indipendente e governata da un regime teocratico, è riuscito a recuperare le coordinate del pianeta abitabile scoperto dalle sonde inviate dagli stranieri attraverso i portali del Non-Spazio. Scoperto dai servizi segreti locali, Sam Tallon viene sottoposto alla cancellazione selettiva della memoria per eliminare in lui ogni traccia della conoscenza pericolosa... Emme Lutero non è a conoscenza dell'ultima risorsa terrestre: capsule di memoria che permettono di isolare e salvare ogni conoscenza. Tallon, infuriato per la cancellazione da parte del crudele Cherkassky di un suo ricordo molto personale, tenta la fuga ma fallisce nel suo intento e viene anche accecato dallo stesso Cherkassky.
Tallon viene così condotto al Padiglione, una grande prigione da cui nessuno è mai riuscito a scappare: l'unica via di fuga possibile è attraverso una terribile palude circondata da armi automatiche. Qui Tallon e un altro detenuto, anch'egli cieco, riescono però a mettere a punto un piano di fuga grazie all'invenzione dei quasiocchi, un meccanismo che permette di riacquistare la vista sintonizzandosi sugli impulsi nervosi prodotti dagli apparati visivi di ogni essere vivente abbastanza vicino (altre persone oppure animali). I due carcerati riescono ad operare indisturbati, grazie alla protezione di una dirigente della prigione, Helen Juste.
Durante la fuga, il compagno di Tallon muore. Nei giorni seguenti i quasiocchi di Tallon diventano quasi inservibili a causa di un malfunzionamento interno. Tallon però scopre una persona che sembra possederne anch'egli un paio: si tratta del fratello cieco di Helen... è per lui che la dirigente ha aiutato Tallon e il suo amico in prigione. Tallon si reca quindi a casa sua e si impossessa dei suoi quasiocchi; nello stesso momento anche Helen si reca da suo fratello e viene sequestrata da Tallon. Helen potrebbe in seguito scappare, approfittando dei malori del suo rapitore ma i due si innamorano.
Tallon tenta un piano di fuga ma, fallito, si ritrova costretto, a tentare un balzo improvviso nel Non-Spazio. La situazione sembra disperata e Tallon pensa di essere destinato a vagare senza meta per l'universo ma, al balzo successivo, Tallon osserva che durante ogni balzo i suoi quasiocchi ricevono impulsi e capisce che si tratta degli impulsi nervosi originati da tutti gli altri uomini che in quel momento stanno viaggiando nell'universo del Non-Spazio (dalle dimensioni ridottissime rispetto a quello reale). Partendo da questa osservazione, Tallon riesce a capire la corrispondenza matematica che lega i due universi e ritorna trionfatore sulla Terra e su Emme Lutero, riabbracciando il suo amore Helen, e regalando all'umanità la possibilità di esplorare liberamente il cosmo.