Condividi
Tweet
Titolo Autore Genere Anno Voto
Cerca per:

 

LA CHIESA ELETTRICA

Idea: 3/5 Trama: 4/5 Stile: 3/5

Titolo Originale: THE ELECTRIC CHURCH
Autore: Jeff Somers
Anno:2007
Genere: FS Avventurosa
Edizione: Mondadori – Urania n.1551

 

Commento:
Il romanzo è ambientato in un classico scenario distopico, un ventunesimo secolo che vede il mondo post Unificazione (misteriosa sequenza di eventi che porta l'intero pianeta sotto un unico governo) diviso nettamente tra una elitè di privilegiati e la grande massa di poveri, derelitti e delinquenti. Le Forze di Sicurezza del Sistema mantengono l'ordine: sono gli spaccateste, poliziotti di strada facilmente corruttibili, ma soprattutto i porci, crudeli agenti federali che sembrano avere come unico divertimento infierire sulla popolazione. In rapida ascesa in questo mondo infernale è la Chiesa Elettrica, culto nato dalla mente di uno scienziato, Dennis Squalor, che promette l'immortalità ad ogni uomo, trasformandolo in un Monaco tramite l'innesto del suo cervello nel corpo di un cyborg.
Il protagonista del romanzo, Avery Cates, appartiene alla feccia di New York, è un killer professionista. Nonostante abbia meno di trent'anni, si considera già anziano in quel mondo dove pochi arrivano alla mezza età. Ma, come da classico copione, è soprattutto un "cattivo dai buoni principi", conscio dell'ingiustizia del Sistema. Dopo aver involontariamente ucciso un agente della Sicurezza, braccato dalla polizia, si ritrova nel bel mezzo di un affare molto più grande di quello che poteva immaginare, scoprendo la terribile verità che si cela dietro l'apparenza innocua della Chiesa Elettrica.
Scenario classico abbiamo detto, arricchito da una sola, ma potente, idea originale che non anticipiamo per non rovinare la sorpresa. Il romanzo si legge tutto d'un fiato, sorretto da un intreccio scorrevole e appassionante, imperniato sulla figura di un protagonista, Avery Cates, in cui il lettore si immerge immediatamente. Certo, lo sfondo è un po' ingenuo nel suo carattere manicheo (buoni o cattivi: non c'è una via di mezzo) e a diversi quesiti non si tenta nemmeno di dare una risposta (cosa ha portato all'Unificazione?), ma sono aspetti in fondo non essenziali per quello che vuole essere un "semplice" romanzo di fantascienza avventurosa, ai confini del thriller. Lettura quindi gradevole e consigliata.

Trama (attenzione spoiler!):
Il protagonista del romanzo è Avery Cates, un killer di New York, non ancora trentenne. Nel corso di uno dei suoi lavori uccide inavvertitamente un porco federale, un agente della Forza di Sicurezza del Sistema. Braccato dalla polizia, viene arrestato ma, contrariamente alle sue attese, non viene ucciso. Viene contattato da Dick Marin, il capo dei Vermi, una sorta di polizia interna che dovrebbe vigilare sulle azioni dei membri della Forza di Sicurezza. Marin spiega a Cates il terribile segreto custodito dalla Chiesa Elettrica: i suoi membri vengono reclutati con la forza, i loro cervelli continuano a vivere dentro i cyborg ma senza più alcuna possibilità di esercitare un controllo cosciente sul corpo. I Monaci sono comandati in ogni istante dalla sede centrale della Chiesa Elettrica mentre i cervelli intrappolati dentro di essi impazziscono e tentano di gridare, non riuscendoci, aiuto. Cates, dopo che molti altri hanno fallito, viene ingaggiato da Marin con il compito di uccidere il fondatore e leader della Chiesa Elettrica: Dennis Squalor.
Cates passa così ad assoldare la squadra per compiere la missione. Ne fanno parte Kev Gats, un uomo apparentemente inoffensivo ma dotato della capacità psionica della persuasione (in grado cioè di controllare le azioni di un uomo col solo sguardo), Ty Keith, il classico nerd guru dell'informatica e due sorelle gemelle di nome Milton e Tanner, esperte nel settore dei trasporti. Dopo una serie di contrattempi, la banda riesce a ritrovarsi a Londra, dove, nella vecchia abbazzia di Westminster è situato il comando generale della Chiesa Elettrica. Qui si aggrega al gruppo un sesto elemento, Cainnic Orel, un membro della Dunmharu (una vecchia e mitica organizzazione che combattè contro l'Unificazione), per recuperare, a suo dire, dei soldi che Keith gli deve.
Cates e i suoi elaborano quindi il piano per entrare nel quartier generale della Chiesa Elettrica: Cates verrà indotto, tramite l'uso di droghe, in uno stato di morte apparente e condotto all'interno da un monaco che la banda aveva catturato e che, una volta inibito il controllo che il quartier generale esercitava su di lui, si è reso disponibile a cooperare in cambio della morte. Nel mentre gli altri membri della banda agiranno come diversivo, introducendosi con una copertura da giornalisti. Il piano, nonostante alcuni contrattempi, viene portato a termine. Sulla scena si presenta all'ultimo minuto anche Dick Marin il cui aiuto è determinante per superare l'ultima barriera ed entrare nel sancta sanctorum di Squalor.
In realtà, Squalor non è più vivo, ma è stato digilitalizzato. E con lui anche tutto il Consiglio Mondiale, i cui membri a suo tempo assecondarono i folli propositi dello scienziato: da quel momento l'intero Sistema è stato governato in realtà dai Segretari, i loro tirapiedi, inpossessatisi ormai dell'intero potere. Marin non può però distruggere questi cervelli artificiali perchè è anch'egli stato digitalizzato, e sono stati posti precisi vincoli alle azioni che può compiere: la persona che è ora con Cates e i suoi non è che uno dei suoi numerosi avatar robotici. Cates spara quindi alla cassa nera del cervello artificiale di Squalor, in quel medesimo istante tutti i Monaci del quartier generale, privati della guida centrale, impazziscono. Per uscire indenni Cates ottiene da Marin una scorta armata delle Forza di Sicurezza. Una volta usciti Cates e i suoi fanno fuori gli agenti e l'avatar robotico di Marin.
Il romanzo si conclude con un epilogo che vede Cates e Orel impegnati nell'organizzare una società segreta per abbattere il Sistema, accettando tra le sue fila chiunque porti le prove di aver ucciso almeno un agente.