Condividi
Tweet
Titolo Autore Genere Anno Voto
Cerca per:

 

I CANTORI DEL TEMPO

Idea: 3/5 Trama: 1/5 Stile: 2/5

Titolo Originale: THE SINGERS OF TIME
Autore: Frederik Pohl
Anno: 1991
Genere: Space Opera
Edizione: Mondadori – Urania Speciale n.1237

 

Commento:
Il romanzo è ambientato su una Terra occupata pacificamente da una specie aliena; un equipaggio di uomini e alieni viene coinvolto in un intrigo cosmico al termine dei quali la Terra potrà riacquistare la propria libertà. Qualche idea carina, ad esempio l’inserimento di impianti momentanei prodotti dagli alieni nel cervello per eseguire determinati compiti lavorativi, ma un intreccio banale e una caraterrizzazione dei personaggi abbastanza scadente concorrono nel renderlo un’opera di basso livello.

Trama (attenzione spoiler!):
Le Tartarughe hanno invaso pacificamente la Terra con la loro tecnologia e i loro beni: gli stati ma anche la ricerca e la scienza terrestre sono praticamente morti e gli uomini riescono a utilizzare la tecnologia avanzata aliena solo tramite microchip da inserire nel cranio. Accade però che il pianeta natale delle Tartarughe dove vivono l’unica Madre e le Ninfe sparisce in un cunicolo spazio temporale creato da una razza che già avevano combattuto. Questi sono i discendenti puramente meccanici di una razza potentissima che si divise poi tra i guerrieri sempre più robotizzati e i “cantori del tempo”, esseri diventati entità spirituali. Saranno questi ultimi ad aiutare una navicella composta da umani e Tartarughe attraverso lo spazio e il tempo e che permetterà alla fine agli umani di riacquistare la libertà.