Condividi
Tweet
Titolo Autore Genere Anno Voto
Cerca per:

 

L'ALBA DEL DISASTRO

Idea: 4/5 Trama: 3/5 Stile: 3/5

Titolo Originale: IRON SUNRISE
Autore: Charles Stross
Anno: 2004
Genere: Cyperpunk
Edizione: Armenia – Nuova Galassia

 

Commento:
Il romanzo è ambientato nel XXIV secolo di un universo immaginario in cui, tre secoli prima, la storia dell'uomo è stata sconvolta dall'arrivo di Eschaton. L'entità cosciente, dai poteri quasi divini, sorta dalla singolarità tecnologica ha, per motivi e soprattutto in modi sconosciuti, quasi spopolato la Terra spargendo intere città o popolazioni in numerosi pianeti sparsi per la Galassia, munendoli di macchinari in grado di fabbricare cibo o oggetti e intimando a tutti i superstiti di non provare a minacciare l'esistenza di Eschaton risalendo la linea temporale (il viaggio a velocità superluminare è possibile con i conseguenti possibili paradossi temporali). Numerose nuove civiltà sono quindi nate ed entrate nuovamente in contatto nei secoli successivi.
L'evento scatenante del romanzo è l'improvvisa trasformazione di una normale stella in una supernova con la conseguente distruzione del mondo abitato della colonia di Nuova Mosca e genocidio di quasi tutti i suoi abitanti, tranne quei pochi che sono riusciti a trovare rifugio altrove. Ogni pianeta abbastanza ricco possiede speciali bombardieri come deterrente che, in caso di incidenti analoghi, viaggiano verso i pianeti nemici decretandone la morte a meno che i superstiti fermino l'iniziativa. I mortali bombardieri di Nuova Mosca sono in viaggio verso il sistema di Nuova Dresda, con cui esisteva un aspro conflitto economico e commerciale.
Ma Nuova Dresda è in realtà completamente estranea all'accaduto. Dietro tutti gli accadimenti si celano le trame di un oscuro gruppo i cui tratti inquietanti riprendono, o meglio scimmiottano, le follie naziste. Sono i RiMasterizzati: una società apparentemente ordinata in una gerarchia spietata che non lascia spazio alcuno all'individuo e che mira alla distruzione stessa di Eschaton e al suo rimpiazzo col "dio non nato", una sorta di entità divina che dovrebbe nascere dalla fusione delle coscienze di tutti i loro morti.
A tentare di salvare Nuova Dresda e i suoi milioni di abitanti sono chiamati due agenti di quelle che vengono ancora chiamate Nazioni Unite, impegnati nel tentativo di proteggere gli ambasciatori superstiti del governo Moscovita, minacciati da sconosciuti assassini: solo loro infatti possono fermare i bombardieri in volo verso Nuova Dresda. Nelle loro indagini verranno in contatto con una ragazza superstite di Nuova Mosca che costudisce un segreto scottante, talmente prezioso che porta gli stessi RiMasterizzati a seguirne le tracce...
L'ambientazione del romanzo è affascinante ma Eschaton entra poco nel vivo della trama, rimanendo sullo sfondo. Alla misteriosa creatura nata dalla singolarità si accenna brevemente soltanto in alcune occasioni, ed è un peccato. L'intreccio è abbastanza lineare e l'autore è abile nell'introdurre in maniera graduale i vari tasselli che portano alla soluzione dell'enigma. I personaggi sono nella maggior parte dei casi ben costruiti, ma risultano stonati i riferimenti, esageratamente diretti o espliciti, nazisti o in lingua tedesca usati per i RiMasterizzati. Nel complesso una lettura sicuramente interessante e coinvolgente alla quale però manca quel qualcosa in più in grado di stupire veramente il lettore e necessario a fare dell'opera un vero capolavoro.

Trama (attenzione spoiler!):
Misteriosi assassini stanno uccidendo gli ambasciatori di Nuova Mosca quando soltanto con l'assenso di tre di loro è possibile fermare la flotta deterrente destinata, in caso contrario, a distruggere Nuova Dresda con tutti i suoi abitanti. Per scoprire chi si cela dietro queste uccisioni e proteggere gli ambasciatori ancora in vita vengono coinvolti gli agenti delle Nazioni Unite Rachel Monsour e suo marito Martin.
Essi vengono in contatto con Wednesday, una ragazzina proveniente da Nuova Mosca, in contatto da molti anni con Herman, una intelligenza artificiale che lavora per Eschaton. Wednesday, spinta da Herman, aveva nascosto del materiale scottante sulla stazione di Nuova Terranova, ai confini del sistema solare di Nuova Mosca. Per questo viene inseguita e la sua famiglia uccisa dai membri della squadra dei RiMasterizzati agli ordini della spietata U. Portia Hoechst.
Nuova Mosca non è stata attaccata da Nuova Dresda: la distruzione della stella è da imputare ad alcuni test di armamenti che aveva condotto il capo della cellula RiMasterizzata su quel pianeta, che mirava, prima di essere scoperto e denunciato dalla stessa Portia Hoechst, in realtà a disertare e a fondare un suo impero personale. Come difesa questi era però riuscito a direzionare una dei quattro bombardieri della flotta deterrente verso la principale colonia dei Rimasterizzati. I RiMasterizzati hanno il duplisce obiettivo di eliminare tutte le prove di questo scandalo interno e di fermare il bombardiere, da qui l'interesse verso il materiale a suo tempo trafugato da Wednesday, che ne rivela le macchinazioni.
>Rachel e Martin individuano la nave spaziale che dovrebbe ospitare gli assassini, la stessa nave che trasporta Wednesday e la cellula RiMasterizzata. Questi prendono improvvisamente il comando della nave, uccidendo o prendendo il controllo (con sofisticate apparacchiature neuronali) di tutti gli ufficiali di bordo tranne Steffi, nascosta dai due agenti delle Nazioni Unite. Portia Hoechst dirige l'astronave verso Nuova Terranova dove vuole reimpossessarsi del materiale nascosto da Wednesday per poi partire lasciando presso la stazione tutto l'equipaggio e i passeggeri.
I suoi piani vengono però sconvolti dal coraggio di Wednesday che nel momento cruciale uccide Portia. Steffi intanto uccide tutte le guardie dei RiMasterizzati presenti sulla nave dopo che questi hanno assassinato Steven, uno degli intrattenitori per i passeggeri: i due erano in realtà i killer assoldati per uccidere tutti gli ambasciatori. Alla fine Steffi chiede un riscatto per non usare le chiavi degli ambasciatori di cui è entrare in possesso e mandare un ordine definitivo e irrevocabile, Wednesday fa esplodere una granata uccidendola.

Citazione:
1 Io sono Eschaton. Non sono il tuo dio.
2 Discendo da te ed esisto nel tuo futuro.
3 Tu non violerai la causalità all'interno del mio cono storico di luce. Altrimenti...