LA TRILOGIA DEL VUOTO

Idea: 5/5 Trama: 3/5 Stile: 4/5

Autore: Peter F. Hamilton
Anno: 2007-2010
Genere: FS PostUmana
Edizione: Urania Millemondi nn. 51, 55, 60, 61

 

Volumi in Ordine Cronologico Interno:

IL SOGNO DEL VUOTO
Titolo Originale: THE DREAMING VOID
Anno: 2007

IL TEMPO DEL VUOTO
Titolo Originale: THE TEMPORAL VOID
Anno: 2008

L'EVOLUZIONE DEL VUOTO
Titolo Originale: THE EVOLUTIONARY VOID
Anno: 2010

 

Commento:
Il Ciclo costituisce un monumentale affresco post-umanista le cui vicende sono ambientate in un universo complesso e ricco di risvolti sorprendenti, nel futuro Trentaseiesimo secolo. L'elemento centrale di questo universo parallelo è il Vuoto. Situato al centro della Galassia, il Vuoto fu creato dai Primavita, la prima specie senziente vissuta nella Galassia, allo scopo di evolversi e raggiungere l'Appagamento. Il Vuoto è basato su una fisica stessa differente da quella dell'universo circostante; ma per funzionare e garantire le sue incredibili possibilità ha bisogno di energia che ottiene espandendosi, catturando pianeti, stelle e convertendo la loro massa nell'energia necessaria.
Un'altra specie antichissima, i Raiel, ha dedicato quasi l'intera propria vita alla lotta contro il Vuoto. Fallita una prima missione, i Raiel hanno creato sia stazioni di osservazione che hanno in seguito accolto anche altre specie che una rete di contenimento in previsione di un'altra fase di espansione. Un gruppo apposito, i Raiel Guerrieri, sorveglia il confine del Vuoto impedendo ad alcuna astronave di attraversare la frontiera mentre un'apposita classe di astronavi, la classe High Angel, è stata creata per agire come arche e ospitare le specie senzienti in pericolo in caso di una nuova espansione.
Un'altra razza aliena che riveste particolare importanza all'interno del ciclo è quella degli Anonime. Questi sono i primi ad aver scoperto la pericolosa razza dei Prime isolando il loro abitant originale, i sistemi stellari di Dyson Alpha e Beta, e confinando questa pericolosissima specie all'interno di barriera energetiche impenetrabili.
L'umanità è sopravvissuta ad un attacco dei Prime durante la Guerra del Volatore Stellare. Dopo di questa, l'espansione e il progresso umano sono continuati arrivando alla formazione dell'ANA (Advanced Neural Activity). Questa entità, che ha assunto de facto il governo della Terra e della Federazione costituita dai cosiddetti Mondi Interni, è una sorta di supercomputer o entità senziente costituita da tutte le personalità umane che decidono di abbandonare la realtà fisica e di uploadare la propria coscienza in essa.
L'ANA sovrintende la Flotta Deterrente, l'arma definitiva e più potente per difendere l'umanità da ogni forma di minaccia esterna. Al suo interno le varie personalità umane si organizzano in Fazioni che perseguono differenti visioni dell'umanità e della sua evoluzione. Gli Acceleratori in particolare desiderano al più presto che l'intera umanità passi ad uno stato post-fisico; il loro contraltare è rappresentato dai Conservatori. Le diverse fazioni si avvalgono di Agenti umani, fisici per influenzare il corso degli eventi.
I Mondi Interni sono abitati da esseri umani Superiori, potenziati da miglioramenti biononici che aumentano le prestazioni di ogni attività umana e consentono un controllo totale di ogni processo conscio e inconscio, regalando una vita praticamente illimitata e integrando una vasta serie di apparati e ritrovati tecnologici. La maggior parte degli abitanti conserva un aspetto attorno ai trent'anni e registra ogni ricordo in una cella di memoria inserita nel cervello che consente una rapida resurrezione in un clone in caso di morte corporea. I Mondi Esterni, più arretrati, sono abitati dagli Avanzati il cui DNA è migliorato e potenziato ma complessivamente il risultato è nettamente inferiore a quello dei Superiori.
Su uno dei Mondi Esterni, Ezzelin, ha sede il Sogno Vivo. Questo movimento nasce dai sogni di Inigo, un astrofisico che per motivi sconosciuti ha iniziato ad entrare in contatto e ripercorrere attraversi i suoi sogni la vita di Edeard, un uomo eccezionale che vive all'interno del Vuoto, sul pianeta Querencia. Il Sogno Vivo ha costruito una città, Makkathran 2, fedele copia della città dove si svolgono le epiche imprese di Edeard e i suoi adepti vivono e vestono ispirandosi ai suoi abitanti.
Il mondo di Querencia è privo di ogni tecnologia, rigettata dal Vuoto stesso, che invece concede ai suoi abitanti una vasta serie di poteri "psico" come la lungivista o la terza mano. Gli abitanti di Makkathran vivono nelle abitazioni facenti parte del tessuto stesso della città. La mitologia è basata sul racconto confuso del naufragio su Querencia di una nave primordiale da cui discesero Rah e la Signora, considerati i fondatori della nazione. Le anime dopo la morte sono destinate a raggiungere il Cuore ma i Signori Celesti, delle specie di angeli che un tempo guidavano le anime alla loro destinazione, non compaiono più da molto tempo...
I sogni di Inigo sono stati infatti condivisi con tutta l'umanità attraverso il campo gaiano, una sorta di condivisione telepatica basata su un'invenzione di Ozzie, un eccezionale fisico. Ozzie aveva creato questa tecnologia sperando che la condivisione dei pensieri e delle emozioni cancellasse ogni forma di conflitto e di violenza ma, ritenendo l'uso che ne ha fatto il Sogno Vivo una perversione, ha lasciato la Federazione ritirandosi nella Spina, un misterioso manufatto alieno.
L'intreccio dell'intero ciclo ripercorre uno schema classico: una moltitudine di personaggi e sotto-trame che convergono verso un finale con un continuo crescendo di rivelazioni e sorprese. Parallelamente al filone principale dell'intreccio, i sogni di Inigo ripercorrono tutta la vita di Edeard consentendo una interessante alternanza tra il mondo post-umanista popolato da intelligenze artificiali, uomini potenziati, alieni e uno scenario che sembra preso in prestito da un romanzo fantasy, un mondo dove la tecnologia è rimpiazzata da poteri paranormali, quasi magici.
L'opera riprende alcune tematiche tipiche del genere post-umanista, il rapporto uomo-macchina, possibili evoluzioni post-fisiche, il tema della natura della coscienza e del senso di sè e li integra con elementi innovativi e originali molto interessanti come l'intera natura e struttura del Vuoto e della Città di Makkathran. Sono presenti anche tematiche tipiche di un approccio più sociologico come il ruolo della religione nella storia e nella politica o il sottile velo che separa la magia da una tecnologia sconosciuta.
L'impatto iniziale per il lettore non è dei più facili che rischia di perdersi nella moltitudine di personaggi e trame secondarie; questa complessità può essere vista sia come un elemento di forza che di debolezza a seconda dei gusti personali. Forse il difetto più grande è una sorta di asimmetria tra il corpo principale dell'opera e il finale, che risulta abbastanza affrettato e brusco. Anche il ruolo degli alieni, cha assistono sostanzialmente passivi, o al massimo come agenti indiretti, agli eventi, poteva forse essere rivisto, dando loro un maggior peso diretto sull'evolversi della trama. Nel complesso comunque siamo di fronta ad un'opera che consigliamo sicuramente a tutti gli appassionati.

Trama (attenzione spoiler!):

IL SOGNO DEL VUOTO: Ethan, eletto nuovo leader del movimento del Sogno Vivo, proclama il pellegrinaggio verso il Vuoto. Il resto dell'umanità e le altre specie senzienti della Galassia temono che questo possa causare una nuova fase di espansione del Vuoto con conseguente distruzione di interi sistemi solari, se non dell'intera Galassia. In particolare due fazioni all'interno dell'ANA, gli Acceleratori e i Conservatori, iniziano una battaglia intestina dato che i primi intendono sfruttare l'evento per accelerare la migrazione allo status post-fisico mentre i secondi sono decisi a mantenere lo status quo.
Un misterioso agente privo sostanzialmente di memoria e di ogni ricordo al di fuori delle istruzioni relative alla sua missione, Aaron, è incaricato di ritrovare Inigo, il Primo Sognatore. Con questo obiettivo, Aaron tenta di manipolare Corrie-Lyn, una sua vecchia amante, espulsa dalle cerchie direttive del Sogno Vivo dopo l'elezione di Ethan. Aaron infine riesce a rintracciare il nascondiglio di Inigo e a recuperarlo ma viene attaccato da agenti degli Acceleratori e la sua nave finisce distrutta.
Per compiere il pellegrinaggio Ethan ha stretto un accordo con gli Acceleratori tramite l'agente Marius: in cambio della fornitura dei motori a propulsione ultraluce necessari, gli Acceleratori potranno entrare nel Vuoto insieme al Sogno Vivo. Un altro agente degli Acceleratori è Troblum, un fisico con l'ossessione per la Guerra del Volatore Stellare. Dopo aver appreso però che gli Acceleratori hanno riportato in vita la Gatta, una psicotica omicida, decide di tradire la fazione e disertare.
Una giovane ragazza del pianeta Viotia, Araminta, è la Seconda Sognatrice ma rifugge il suo ruolo non dialogando i Signori Celesti che la contattano dal Vuoto. Nel mentre l'Impero alieno degli Ocisen ha lanciato una flotta contro la Federazione Terrestre, decisi a fermare il Pellegrinaggio.
In parallelo viene raccontata la vita di Edeard, attraverso i sogni di Inigo. Orfano, Edeard cresce nel piccolo villaggio di Ashwell, come apprendista di Mastro Akeem presso la Gilda dei Foggiauovo. Divenuto già abilissimo nella sua arte grazie ai grandi poteri psichici di cui è dotato, Edeard fugge verso la capitale Makkathran dopo che Ashwell viene distrutto da un gruppo di banditi. Assieme a lui viaggia Salrana, sua amica fin dall'infanzia. L'intenzione di Edeard sarebbe quella di entrare nella locale Gilda dei Foggiauovo ma ne viene dissuaso dal capo di questa che gli spiega come sarebbe obbligato a ripartire da zero e ripetere tutto l'addestramento. Edeard così entra a far parte della Polizia dove si mette subito in luce guadagnadosi il titolo di Camminatore sull'Acqua per uno spettacolare inseguimento.

IL TEMPO DEL VUOTO: Justine Burnelli viene colta di sorpresa dalla nuova fase di espansione del Vuoto mentre si trova nella stazione d'osservazione del Vuoto Centurione, la stessa dove aveva lavorato anche Inigo, e decide di provare a entrare nel Vuoto medesimo. Con l'aiuto di Araminta, aiuto chiesto disperatamente dal padre di Justine, Gore, la donna riesce a penetrare nel Vuoto e a dirigersi verso Querencia. Gore, in comunicazione con la figlia direttamente dal Vuoto e in contatto quindi con i Signori Celesti, diventa il Terzo Sognatore. Egli è in realtà anche il Capo della Fazione Conservatrice.
Il Sogno Vivo vuole trovare il Secondo Sognatore a tutti i costi e occupa militarmente Viotia. Araminta riesce a fuggire al Sogno Vivo e agli agenti degli Acceleratori grazie a Oscar Monroe, un eroe della Guerra del Volatore Stellare, reclutato da Paula Myo, un agente diretto dell'ANA. Grazie ad una sua antica parentela, Araminta riesce ad accedere ai sentieri dei Silfen, una razza aliena che è riuscita a mettere in comunicazione diretta pianeti diversi.
La flotta dell'Impero Ocisen risulta più pericolosa di quanto si pensasse; le prime navi inviati dalla Flotta del Commonwealth infatti vengono distrutte da misteriosi alleati degli alieni. Risulterà poi che questi sono gli Acceleratori stessi, intenzionati a far svelare all'ANA la sua carta segreta, la Flotta Deterrente.
Edeard prosegue la sua carriera nella Polizia di Makkathran, iniziando una lotta senza scrupoli contro le bande. Si rende però presto conto dei legami all'interno dell'organizzazione sociale tra le tradizionali grandi famiglie aristocratiche e il crimine e delle oscure manovre per garantire il perpetuarsi della trasmissione del potere anche grazie alla conservazione della superiorità nel campo della capacità telepatiche. Edeard si fidanza e in seguito si sposa con Kristabel, una nobile, scatenando l'ira cieca di Salrana che si abbandona al lato peggiore di Makkathran e viene sfruttata dai nemici di Edeard.
Dopo aver eliminato tutte le bande all'interno di Makkathran, Edeard partecipa ad una missione per debellare alcune bande di provincia; scampato per poco ad un agguato e rientrato in città la trova in mano agli alleati dei criminali, che hanno sterminato Kristabel e la sua famiglia. Costretto alla fuga, tradito da Salrana stessa, accecata dalla gelosia, Edeard scopre di avere la capacità di tornare indietro nel tempo, sfruttando le proprietà di Makkathran e del Vuoto medesimo. Edeard risale così ai colpevoli della congiura, decidendo di eliminarli a sangue freddo.

L'EVOLUZIONE DEL VUOTO: Edeard, dopo essere stato costretto altre volte a resettare e quindi rivivere interi anni della propria vita, è riuscito finalmente a pacificare l'intera Querencia e può dire addio in pace a Makkathran insieme alla moglie e ai suoi amici, recandosi verso il Cuore aiutato da un Signore Celeste. Prima di dire addio decide però di svelare l'abilità che gli ha permesso di ottenere questo risultato a tutti quanti, confidando che venga usata per raggiungere l'Appagamento di ognuno.
Dopo esser stata nominata Amica dei Silfen, Araminta decide di affrontare le proprie responsabilità, ritornando su Viotia e rivelandosi a tutti, assumendo così la guida dell'intero movimento del Sogno Vivo e mettendosi alla testa del Pellegrinaggio. In realtà Araminta fa il doppio gioco, divenendo un multiplo (una personalità unica in possesso di più corpi) e prendendo possesso di uno dei corpi del suo amante, Mr. Bovey, cercando di trovare un modo per impedire il Pellegrinaggio nel Vuoto.
Aaron conduce Inigo e Corrie-Lyn presso la Spina, per ritrovare il geniale fisico Ozzie. Qui vengono raggiunti anche dal secondo corpo di Araminta, scortato da Oscar e la sua squadra, e infine anche da Troblum. Inigo rivela a tutti l'ultimo sogno di Edeard, che aveva custodito solo per sè fino a quel momento e per il quale aveva abbandonato la causa del Sogno Vivo: nell'ultimo sogno, infatti, l'appagamento raggiunto ha sostanzialmente reso vuote le vite umane. Grazie ad un ritrovato tecnologico di Troblum, a bordo della sua nave, riescono a raggiungerere il Vuoto prima delle Navi del Sogno Vivo e a passare la guardia dei Raiel Guerrieri, avvisati del disperato tentativo di impedire l'espansione del Vuoto da Paula Myo. Il gruppo raggiunge quindi Makkathran e Justine Burnelli. Edeard viene richiamato dalla memoria del Vuoto per essere il tramite con il Cuore. La stessa città di Makkathran si rivela essere una enorme nave dei Raiel che aveva fatto parte della prima missione fallita contro il Vuoto.
Il Terzo Sognatore, Gore, si reca col Fattorino, un altro agente dei Conservatori, presso il pianeta natale degli Anonime. L'intera popolazione che non è ascesa allo stato post-fisico vive senza utilizzare alcuna forma di tecnologia ma tutte le strutture originarie sono ancora attive, soltanto dormienti, in attesa che anche loro vogliano fare il salto verso lo stato post-fisico.
A bordo di Makkathran e con gli altri compagni della missione, Edeard contatta il Cuore, che si manifesta attraverso un Primavita, un esponente della prima forma di vita evolutasi nella Galassia e creatrice del Vuoto. Nonostante il tentativo di Ilanthe, il Primavita accetta l'offerta di Gore che gli mostra la via del passaggio allo status post-fisico attraverso il meccanismo di elevazione degli Anonime.
I piani di Ilanthe vengono così sconfitti e l'intero Vuoto scompare, salvando così la Galassia.
Justine riconosce nel volto di una statua di Makkathran dedicata alla Signora Tiger Pansy, una donna umana, che aveva avuto una storia d'amore con un Raiel. Fu la nave Makkathran, confusa da una percezione Raiel dovuta al legame della donna con la specie aliena, a richiamare verso il Vuoto l'astronave su cui la donna era imbarcata: Edeard e tutti gli abitanti di Querencia erano i loro discedenti.
Sfruttando un'ultima volta i poteri del vuoto Edeard decide di riportare in vita Salrana e un suo nipotino, cui era particolarmente affezionato ma che era stato costretto a perdere in uno dei tanti reset temporali, per esplorare insieme a loro tutto l'universo che Inigo gli aveva svelato nei sogni.