Ciclo de IL MONDO DEL FIUME

Idea: 3/5 Trama: 1/5 Stile: 2/5

Autore: Philip J. Farmer
Anno: 1980-1987
Genere: FS Avventurosa
Edizione: Fanucci

 

Volumi in Ordine Cronologico Interno:

IL FIUME DELLA VITA
Titolo Originale: TO YOUR SCATTERED BODIES GO
Anno: 1971

ALLE SORGENTI DEL FIUME
Titolo Originale: THE FABULOUS RIVERBOAT
Anno: 1971

IL GRANDE DISEGNO
Titolo Originale: THE DARK DESIGN
Anno: 1977

IL LABIRINTO MAGICO
Titolo Originale: THE MAGIC LABYRINTH
Anno: 1980

GLI DEI DEL FIUME
Titolo Originale: GODS OF RIVERWORLD
Anno: 1983

 

Commento:
Il Mondo del Fiume è un pianeta sconosciuto attraversato da un enorme corso d'acqua che nasce dal Mare Polare, percorre l'intera circonferenza del globo per poi sfociare nuovamente nel medesimo specchio d'acqua da cui è nato. L'intera costruzione è chiaramente artificiale e infatti il pianeta è stato modellato, o diremmo terraformato, da una misteriosa razza (alieni? uomini provenienti dal futuro?) che vi ha fatto risorgere i miliardi di esseri umani vissuti dalla preistoria fino al XX secolo.
Questa moltitudine di individui ritorna improvvisamente alla vita, nel medesimo istante, in un mondo bucolico dove non avranno più alcuna preoccupazione: non ci sono animali feroci nè catastrofi naturali mentre il cibo viene fornito tre volte al giorno presso speciali artefatti, le pietre del graal, dove ciascuno può riporre il proprio graal, assegnatogli subito al momento della resurrezione, ritrovandolo poi ricolmo di cibo. Anche la morte non fa più paura: ogni decesso è infatti solo temporaneo e il defunto torna alla vita quasi istantaneamente seppur in una zona casuale del Mondo del Fiume, distante magari decine di migliaia di chilometri da dove aveva trovato la morte. L'uomo però rimane tale anche se risorto e in poco tempo la valle è teatro di battaglie, guerre per il potere e tanti piccoli staterelli si contendono il controllo mentre si ripresenta l'antica piaga della schiavitù.
Tra i creatori di questo mondo fantastico c'è però chi non è d'accordo con quanto stabilito: è lo Straniero Misterioso. Questi, la cui natura misteriosa verrà rivelata solo nelle fasi finali del ciclo, si adopera per radunare un piccolo contingente che dovrà risalire l'intero corso del fiume ed entrare nella misteriosa Torre che si erge al centro del Mare Polare. Qui i dubbi e le domande troveranno finalmente risposta. Con questo scopo lo Straniero Misterioso agevola anche la nascita di alcune ristrette "enclavi industriali" che realizzano progetti come la costruzione di armi, aerostati e battelli a vapore in grado di navigare il grande fiume, impensabili visto l'azzeramento totale della tecnologia al momento della resurrezione.
L'idea di base dell'opera è intrigante e innovativa così come la costruzione del mondo fluviale. Molto originale è anche la spiegazione scientifico-razionale che l'autore fornisce per il concetto di anima, alla base dell'evento della resurrezione. L'intreccio è però ripetitivo e comincia ad annoiare il lettore già dal secondo volume della serie con schemi già visti e riproposti, con insistenza, più e più volte. Interi capitoli sembrano essere inseriti soltanto per aumentare il numero di pagine, senza aggiungere alcunchè dal punto di vista narrativo: almeno i tre volumi centrali avrebbero potuto tranquillamente essere accorpati senza che nessuno avrebbo avuto di che lamentarsi. Anche l'uso continuato, diremmo l'abuso, di personaggi storici famosi (Lord Burton, Goering, Mark Twain...) come personaggi alla lunga costituisce più un elemento di appesantimento che altro, senza peraltro sottolineare la totale inverosimilità della cosa.
Nel complesso quindi il Ciclo, nonostante alcuni ottimi, ricchi e interessanti spunti a livello ideale - progettuale, non può essere raccomandato caldamente se non agli appassionati della fantascienza a tinte avventurose, che non vedono l'ora di tuffarsi nella decima battaglia a colpi di sciabola, oppure a chi intende approfondire l'autore in questione.

 

Trama (attenzione spoiler!):

IL FIUME DELLA VITA: Il personaggio principale del primo romanzo del ciclo è Richard Francis Burton, il famoso avventuriero britannico. Morto, egli si risveglia in un luogo misterioso, apparentemente sospeso nell'aria, come migliaia di altri corpi attorno a lui, alcuni non del tutto formati. Egli cerca di liberarsi e inizia a precipitare per essere poi raggiunto da alcuni individui misteriosi a bordo di una specie di canoa che fluttua nell'aria.
Burton si risveglia spoglio e glabro vicino ad un fiume, circondato da decine, centinaia di altre persone nella medesima situazione. Riesce velocemente a creare un gruppo composto da un uomo di Neandhertal, di nome Kazz, un uomo di nome Frigate che sulla Terra è stato un grande studioso della vita di Burton, una donna di nome Alice, e un extraterrestre, Monat, che faceva parte di un piccolo gruppo di esplorazione giunto da Tau Ceti sulla Terra agli inizi del XXI secolo. Secondo quanto dice, quando uno di loro è stato accidentalmente ucciso, l'astronave ha automaticamente quasi sterminato l'intera popolazione terrestre.
Burton e i suoi trascorrono pacificamente alcuni giorni nella foresta con il cibo e gli indumenti forniti dal graal con cui ciascun uomo si è risvegliato e che permettono di rifornirsi tre volte al giorno presso alcune strutture, le pietre del graal. Qui Burton è raggiunto una notte da quello che chiamerà Lo Straniero Misterioso, il quale gli spiega di essere un membro del popolo che ha costruito questo mondo, gli Etici, e che ha resuscitato l'umanità e incita Burton a raggiungere le fonti del fiume.
Burton e i suoi finiscono per essere catturati nel regno comandato da Hermann Goring e dal re romano Servio Tullio, contro i quali conducono una vittoriosa rivolta, durante la quale il tedesco trova la morte. Un altro appartenente alla misteriosa razza che sembra aver creato il mondo del fiume viene scoperto quando Kazz nota come soltanto egli sia privo di una specie di simbolo che tutti hanno impresso sulla fronte. Sotto minaccia di tortura, questi lascia trapelare alcuni indizi circa la loro origine e i motivi delle loro azioni, prima di darsi il suicidio con un misterioso congegno ritrovato nel suo cervello. Dalla sue parole gli Etici risultano provenire dal lontano futuro dell'umanità, dal settimo millennio dopo Cristo, e dovrebbero essere i discendenti di quei pochi sopravvissuti all'attacco dell'astronave di Monat.
Burton riceve un'altra visita dallo Straniero Misterioso che lo avverte come i suoi simili, gli Etici, siano ormai sulle sue tracce. Burton per scappare continua a suicidarsi e resuscitare in punti diversi del fiume, spesso in compagnia di Goring, al quale sembra essere misteriosamente legato. Goring si converte ad una sorta di movimento pacifista e religioso noto come Chiesa della Seconda Possibilità.
Dopo molte altre resurrezioni, Burton viene infine catturato dagli Etici e interrogato da dodici di loro. Essi lo rimandano indietro nella valle del fiume, dopo averlo avvertito che potrebbe avere poche resurrezioni ancora disponibili prima della morte definitiva e convinti che i suoi ricordi circa l'incontro sarebbero stati cancellati. Questo però non avviene, probabilmente grazie ancora una volta all'intervento dello Straniero Misterioso.

ALLE SORGENTI DEL FIUME: Il secondo romanzo è ambientato vent'anni dopo la resurrezione ed Il protagonista è Sam Clemens. Questi viaggia in compagnia del suo grande amico Joe Miller, un gigante preistorico, a bordo di una nave vichinga, capitanata da Eric Bloodaxe. Anche Clemens è in contatto con lo Straniero Misterioso che gli rivela di aver fatto precipitare non lontano da loro un meteorite di metallo che permetterebbe a Clemens di realizzare una nave con cui risalire il corso del fiume fino alle sorgenti. Joe Miller è già stato nelle terre Polari in compagnia di un altro gruppo di umani, fino ad arrivare a scorgere la grande Torre che si erge solitaria in mezzo al mare polare, circondato da enormi montagne.
Clemens è raggiunto da Lotar von RIchtofen mentre Bloodaxe viene ucciso una volta raggiunta l'area dove inizieranno gli scavi minerari. Clemens si vede costretto a condividere il potere con il re Giovanni senza Terra, costituendo lo stato di Parolando. Successivamente si unisce al gruppo anche Cyrano de Bergerac accompagnato dalla ex moglie di Clemens, Livy. Dopo aver resistito ad altri attacchi e battaglie con regni vicini, finalmente il battello viene inaugurato ma re Giovanni e i suoi uomini se ne impossessano lasciando a terra Clemens e i suoi.

IL GRANDE DISEGNO: Burton i suoi continuano il viaggio lungo il fiume, anche ora che le resurrezioni sembrano essersi interrotte. Vengono in contatto con un egiziano che, prima dell'ultima resurrezione, ha fatto parte della spedizione condotta con Joe Miller fino alla grande Torre presso il Polo. Messo sotto ipnosi da Burton, Kaz rivela che Frigate e Monate sono in realtà due agenti degli Etici ma quando Burton vuole interrogarli i due sono già scappati.
Il vero Peter Jairus Frigate ha vissuto una normale esistenza finchè una nave capitanata da Jack London e Tom Mix non si è fermata vicino alla sua abitazione ed egli è riuscito a farsi arruolare. I due capitani viaggiano in incognito e inizialmente Frigate fa finta di non averli riconosciuti; quando confessa loro la verità, i due raccontano di essere stati contattati dallo Straniero Misterioso che li ha incaricati di giungere alle sorgenti del Fiume. L'equipaggio raggiunge una zona ricca di minerali, il regno di Nuova Boemia, dove convincono il capo locale a costruire un pallone aerostatico. Quando questo è pronto vengono però lasciati a terra a tradimento e sono costretti a costruirne un altro, col quale poi precipitano a terra dopo lo scontro con un altro oggetto volante.
Questo è il Parseval, il dirigibile costruito da Parolando, da Firebrass, prima uno dei leader di uno stato rivale e poi divenuto un seguace di Clemens, dopo che anche il secondo battello costruito da Sam Clemens è partito per il suo viaggio. Il dirigibile riesce a raggiungere la Torre presso il Polo. Firebrass con pochi altri scende su di essa a bordo di un elicottero che però viene fatto saltare in aria da Thorne, probabilmente un agente degli Etici. Gli altri membri dell'equipaggio tentano di entrare nell'edificio ma una forza invisibile li blocca: soltanto Piscator riesce ma non lo rivedranno più. Il nuovo capitano, Jill Gulbirra, vuole provare ad utilizzare il laser a bordo del battello di Clemens per entrare nella Torre. Questi però è disposto a cederglielo soltanto in cambio della testa di Re Giovanni. Così una spedizione a bordo di un elicottero parte per uccidere o sequestrare Giovanni che però in qualche modo riesce a sopravvivere. Intanto, Thorne riesce a fuggire di prigione, paracadutarsi dal dirigibile e farlo esplodere.

IL LABIRINTO MAGICO: L'Etico Rinnegato, lo Straniero Misterioso, si era camuffato nelle vesti di Barry Thorne sul dirigibile Parseval dove aveva assassinato Milton Firebrass e molti altri, i quali invece erano compagni Etici. Dopo che Monat, un Etico noto come l'Operatore, aveva infatti scoperto la sua identità, egli aveva bloccato le resurrezioni in modo che gli agenti non potessero tornare alla Torre. L'Etico Rinnegato ha ssunto poi l'identità di un antico Maya di nome Ah Qaaq e sta viaggiando in compagnia del poeta cinese Li Po.
Richard Burton ed i suoi amici si sono uniti all'equipaggio della nave del re Giovanni il Rex Grandissimus. Essi partecipano alla difesa della barca dopo che le pietre del graal si sono guastate e Burton, spacciandosi per un guerriero britannico del Medioevo, alla fine diventa il capo della sicurezza di re Giovanni. Un giorno Tom Mix, Jack London, e Peter Frigate cercano di entrare a far parte dell'equipaggio. Burton, riconoscendo in Frigate colui che lo aveva tradito lo attacca. Rendendosi poi conto che questo Frigate non è il Frigate al servizio degli Etici che lo aveva tradito, Burton alla fine ne diventa amico e alleato di Mix e London. Il falso Frigate è scomparso, ma il suo compagno di viaggio, Monat Grrautut, ha abbordato la nave di Sam Clemens. Poco dopo l'imbarco, Monat viene ucciso dall'Etico Rinnegato.
I due battelli raggiungono infine la mitica terra di Virolando, sede della Chiesa della Seconda Possibilità, di cui Hermann Göring è diventato un sacerdote. Gli equipaggi di Re Giovanni e Clemens si danno battaglia nel grande lago su cui si affaccia Virolando. Entrambe le navi vengono distrutte e la maggior parte dell’equipaggio muore assieme ai due capitani. Re Giovanni viene ucciso da Clemens, Clemens muore d'infarto dopo essere stato tirato su dall'acqua dal suo mortale nemico Erik Bloodaxe, prima di rendersi conto che Bloodaxe è diventato un seguace della Chiesa della Seconda Possibilità, e non cerca più alcuna vendetta contro di lui.
Tra i sopravvissuti ci sono Burton, Frigate, Alice, Kaz, Joe Miller, Li Po, Ah Qaaq, e Nur ed Din. Essi si uniscono al pianista americano Tom Turpin, il romanziere inglese Aphra Behn, un uomo che dichiara di essere Gilgamesh, e il soldato francese Jean Marcelin, barone de Marbot. Prendono una delle lance di salvataggio della nave, l'unico mezzo per procedere verso monte. Seguendo la guida del titantropo Joe Miller che aveva già fatto lo stesso percorso con un gruppo di Egiziani, essi scalano la cascata alla fine del fiume e si fanno strada, dopo molte difficoltà, verso il mare polare: il gigantesco titantropo trova però di nuovo la morte prima di raggiungere la Torre.
Ah Qaaq si rivela essere l'Etico Rinnegato e viene imprigionato da Burton e gli altri. Egli spiega la sua vera identità essere quella di Loga, figlio del re Priamo di Troia. Come tutti i bambini morti prima dei cinque anni, è stato resuscitato secoli prima e cresciuto dagli Etici alieni per essere uno dei loro agenti. Egli rivela anche lo scopo del Fiume: è stato concepito come una grande prova morale, per permettere all'umanità di progredire fino al punto in cui possa raggiungere l'illuminazione. Quando il progetto sarà portato a termine le anime di coloro che non hanno raggiunto l'illuminazione saranno lasciati liberi di vagare senza meta nell'universo. Loga racconta di essere divenuto ossessionato di risparmiare questo destino alla sua famiglia terrena, e ha lavorato per sabotare il progetto. Egli è stato colui che ha risvegliato Burton prematuramente, reclutato Clemens e gli altri, e ha usato i satelliti per dirigere il meteorite ad atterrare vicino Clemens.
Mentre sta rivelando tutto questo scoprono che c'è un problema con il computer che gestisce la Torre. Una parte funzionava male, e dato che non c'era nessuno a ripararla il problema ha raggiunto un punto critico. Se non si interviene nel computer questo cesserà di funzionare, rilasciando tutte le wathan, le anime, memorizzate, ovvero le anime, delle persone che sono morte sul Mondo del Fiume. Senza le wathan queste persone non potranno mai essere riportate in vita. Inoltre, Monat, prima di morire, ha bloccato gli altri utenti dalla possibilità di accedere al computer. Göring, che aveva seguito il gruppo alla torre, tenta di riparare il computer, ma viene ucciso dalle misure di sicurezza messe in atto da Monat. Alice allora escogita un modo per aggirare questa programmazione, e disattivare la sicurezza. Loga quindi è in grado di riparare il computer.

GLI DEI DEL FIUME: Loga muore improvvisamente e misteriosamente, liquefacendosi nel suo appartamento. Burton e gli altri pensano così che nella Torre si nasconda un nemico sconosciuto che soprannominano Stark. Per proteggersi cercano di imparare a controllare il computer che però non rivela loro nessuna notizia circa lo Stark a causa di alcuni blocchi già esistenti.
I membri del gruppo si trasferiscono in alcune enormi stanze, dei veri e propri mondi in miniatura che possono plasmare a piacimento: Alice ricrea il Paese delle Meraviglie, con automi che interpretano i vari personaggi, Frigate crea una foresta del Giurassico mentre Turpin dà vita ad una città, Turpinville, sul modello del ghetto che dominava sulla Terra. La popolazione della Torre aumenta esponenziale dopo che i membri del gruppo iniziano a far resuscitare altre persone e queste, a loro volta, fanno lo stesso.
Durante una festa, gli androidi improvvisamente attaccano gli umani: sono tutti sterminati tranne Burton, Frigate, Alice, Li Po e Aphra Behn. Inoltre sembra che tutti i wathan siano stati cancellati.
Quando Burton e gli altri stanno iniziando a rassegnarsi a vivere un'esistenza solitaria, ricompare improvvisamente Loga. Egli spiega di aver inscenato la propria morte per sottoporre Burton e i suoi compagni ad un test, verificando come avessero reagito una volta ottenuto il potere: anche lo Stark era in realtà un androide costruito con lo scopo di rendere il tutto più credibile.
Loga inoltre rivela come l'"andare avanti" non esista. L'obiettivo del Mondo del Fiume era di selezionare chi fosse in grado e degno di ottenere l'immortalità per poter vivere in pace per sempre su una Terra ecologicamente ricostruita dopo i disastri di numerose guerre. Loga afferma nuovamente di aver fatto tutto quello che ha fatto solamente per pemettere alla sua famiglia di purificarsi raggiungendo così l'agognata meta.
Burton giudica Loga un pazzo e lo stordisce mettendolo poi in ibernazione. Lui e i suoi amici fanno resuscitare tanti compagni di avventure incontrati lungo il viaggio del fiume. Infine, al termine di una grande festa, Burton propone a tutti di non aspettare l'arrivo degli Etici e di andare sulla Terra ma di usare le enormi astronavi per esplorare il cosmo e colonizzare nuovi mondi.